Archive for novembre, 2010

IL TURISMO: cenni e riferimenti sull’evoluzione storica /5

7

 

RIVOLUZIONE INDUSTRIALE ETA’ DEI LUMI E DELLE RIVOLUZIONI BORGHESI

La rivoluzione industriale   In modo estensivo, il termine rivoluzione, significa trasformazione rapida e radicale di un assetto, di un sistema per effetto di nuove scoperte, dell’applicazione di nuove metodologie ecc..;  il fenomeno che andiamo ad analizzare ha questi presupposti. Il concetto di Rivoluzione viene ad indicare un processo irreversibile delle realtà societarie con leggi di tendenza.

Il periodo storico analizzato non è temporalmente breve; siamo in presenza di mutamenti decisivi, irreversibili, capaci di mettere in movimento dinamiche strutturali che partendo dall’Inghilterra interesseranno l’intera Europa. I cambiamenti non furono soltanto Industriali ma anche sociali e intellettuali. (altro…)

ATTENZIONE AI FALSI RIMBORSI FISCALI

2

 

L’Agenzia delle entrate ha diramato un proprio comunicato, con il quale avverte che è in atto una truffa ai danni dei contribuenti, sotto la voce  “rimborso fiscale”. (altro…)

IL TURISMO: cenni e riferimenti sull’evoluzione storica/4

8

GRANDI TRASFORMAZIONI  SOCIOECONOMICHE   

Nella seconda metà del 400, il Portogallo rappresentava un punto di riferimento nel settore della navigazione, anche grazie alle iniziative del principe Enrico il Navigatore. Quando i Turchi conquistarono Costantinopoli (1453), i mercanti indussero i naviganti alla ricerca di una nuova via per l’oriente, terra questa da dove provenivano le “spezie”, tessuti prezioso, gemme, perle.

Il primo navigatore che si buttò nell’avventura fu Bartolomeo Diaz che arrivò al punto più meridionale dell’Africa, il Capo di Buona Speranza, che egli chiamò Tormentoso per le continue burrasche. La speranza di trovare la via marittima per le Indie, si concretizzò con Vasco Da Gama (1498), che sbarcò a Calicut, dando così inizio alla “via orientale” per le Indie. Da allora l’esplorazione marittima ebbe lo scopo di trovare la via più breve per raggiungere i paesi delle “spezie”. Le vie tradizionali erano lunghissime e difficili; i Turchi avevano ormai chiuso per sempre, ai mercanti occidentali, le vie carovaniere. (altro…)

IL TURISMO: cenni e riferimenti sull’evoluzione storica/3

8

 

Parte terza

UMANESIMO E RINASCIMENTO   

Verso il 1400, fenomeno questo che prosegue nei secoli successivi, inizia una ribellione  culturale alla dottrina predominante della Chiesa, che porterà prima all’Umanesimo e poi al Rinascimento. Si afferma una diversa concezione dell’individuo, che rivaluta l’arte, la scienza, la cultura, la letteratura, determinando nelle classi aristocratiche, un diverso stile di vita. Gli itinerari del viaggio non prevedono solo Santuari e luoghi sacri, anzi si allontanano da questi per toccare le città d’arte dell’Europa Centrale e del Mediterraneo.  I viaggi non hanno per obiettivo le indulgenze, ma il ricevere ed arricchire la propria formazione culturale.

L’uomo, aristocratico e di cultura, si colloca al centro dell’universo,  rifiutando l’idea medioevale di una creatura  passivamente sottomessa a Dio. Non sono più ammessi limiti all’agire dell’uomo, viene esaltata la libertà che egli ha di esprimersi attraverso la propria attività creatrice, di plasmare il mondo intorno a sè costruendo la sua civiltà e la sua storia . Tutto ciò è sintetizzato nella formula della cosiddetta scoperta dell’uomo, che caratterizzata la cultura del Quattrocento.

Gli intellettuali di questo periodo sono interessati a ricercare le opere della cultura e della civiltà del passato, testimonianze di ciò che l’uomo aveva concretamente creato nella storia. Gli studiosi si dedicarono a riscoprire l’antichità che, se anche nel corso del Medioevo non aveva mai cessato d’essere studiato, era stata però considerata principalmente in funzione della storia cristiana del mondo, come anticipazione e prefigurazione dell’avvento del cristianesimo. L’interesse per gli antichi non significò rifugio nel passato e rifiuto del presente, ma, al contrario, stimolo alla piena valutazione dell’operato dell’uomo, delle sue capacità di agire nella realtà del suo tempo. Stabilito un legame con i grandi scrittori greci e latini, gli intellettuali del Quattrocento cercarono appassionatamente di coglierne l’essenza. I valori espressi dall’Umanesimo, l’immagine dell’uomo artefice della vita, l’ideale dell’equilibrio fra istinto e ragione, l’esaltazione dell’armonia e della bellezza, il culto del mondo classico, sono componenti fondamentali della storia culturale e artistica. (altro…)

Go to Top