Con la Risoluzione 269, discussa ed approvata dalla Camera dei Poteri Locali il 28 Maggio 2008 e adottata dal Congresso il giorno successivo, a livello Europeo è stato fatto un grande passo in avanti su un argomento che ha, ed avrà sempre più incidenza  anche  sulle politiche turistiche degli Stati membri.

L’argomento, ad avviso dello scrivente, avrebbe necessitato di una più ampia risonanza nel dibattito sulle politiche di programmazione, ampliando il confronto anche ai  non specialisti.

Il Manifesto, aggiornando la Carta del 1992, vuole contribuire a delineare un insieme di principi che “consentano alle città di affrontare le nuove sfide delle società urbane e di tracciare, per i principali attori dello sviluppo urbano e per i cittadini europei, le prospettive di una nuova urbanità”. Aderendo al Manifesto, gli amministratori si impegnano a sviluppare l’ecologia urbana e ad orientare le politiche verso uno sviluppo più sostenibile e di qualità. Per realizzare tale progetto, occorre organizzare lo sviluppo attorno a una forma urbana e a un modello di mobilità “diversi” dagli attuali. (altro…)