Lo scorso 15 Gennaio, dopo oltre due anni di negoziati, i Paesi membri ed il Parlamento Europeo, hanno trovato un accordo sulla versione due  del Mifid  (Markets in Financial Instruments Directive), direttiva che regola e regolamenta le attività finanziarie in Europa. Per comprendere la delicatezza della materia trattata, basta pensare alla crisi economica scoppiata nel 2008 con il fallimento della banca d’affari americana Lehman Brothers che, nonostante i governi e gli economisti, cimentati su misure ed interventi concreti, ha comunque determinato chiusura di aziende, disoccupazione in aumento, crollo dei consumi. La responsabilità della recessione in essere è stata addossata, di volta in volta, e secondo le convenienze, al mercato dei mutui statunitensi (i famigerati “subprime), allo strapotere della finanza, al peso schiacciante del debito pubblico dei paesi. (altro…)