Ancora una settimana per poter partecipare alla consultazione pubblica on line, su “Action Plan Italiano: trasparenza, partecipazione, cittadinanza digitale”.  Si tratta di una rilevante novità in tema di democrazia diretta  e di partecipazione dei cittadini alle scelte politiche, utilizzando i social network.

Dal 16 al 31 agosto (sito www.open.gov.it)  è aperta la consultazione pubblica sul Terzo Piano d’azione Open Government Partnership 2016-2018 italiano. Il piano definitivo verrà poi presentato al vertice Ogp di Parigi in programma a dicembre.

OGP (Open Government Partnership) intende essere, ha dichiarato il Ministero della Pubblica Amministrazione,  un’alleanza multilaterale in cui istituzioni e cittadini lavorano insieme per aumentare la trasparenza dei governi, far crescere la partecipazione delle persone alla cosa pubblica, promuovere l’innovazione combattendo la corruzione. L’Italia partecipa a questo progetto dal 2011 insieme ad altri 69 paesi.

Molte le novità rispetto al passato; alla definizione dell’Action Plan, che contiene 33 azioni, hanno collaborato oltre 50 associazioni della società civile e 20 amministrazioni pubbliche con la presenza di comuni e Regioni. Il sito open.gov.it non ospiterà solo la consultazione ma è stato pensato per diventare il punto di riferimento anche nella fase di monitoraggio delle azioni quando, a partire da settembre, inizierà la loro attuazione.

 

Sul fronte “social network” si segnala anche l’iniziativa dell’Agenzia delle Entrate che inaugura la sua pagina Facebook ed entra in contatto con i cittadini per offrire una prima informazione su un tema di stretta attualità; il canone tv nella bolletta elettrica. Il servizio, realizzato dalle Entrate a costo zero, fornito sulla piattaforma Messenger, è un’innovazione destinata a cambiare radicalmente il rapporto con i contribuenti, che potranno dialogare con il Fisco in tempo reale ed in maniera semplice, anche dal proprio smartphone. Sarà possibile aprire una conversazione privata con l’Agenzia attraverso l’applicazione Facebook Messenger e scrivere la propria domanda. La risposta arriverà entro 24 ore o, nei casi in cui il quesito richieda un approfondimento, entro 5 giorni dalla richiesta. Inizialmente l’assistenza sarà dedicata al canone tv, per poi estendersi gradualmente ai dubbi fiscali più comuni. Non solo, quindi, un nuovo canale social delle Entrate, che si affianca a quelli già esistenti, ma una nuova forma di dialogo in cui l’Agenzia si rapporta in modo diretto con il cittadino e saranno dialoghi a prova di privacy. L’Agenzia non richiederà alcun dato personale, limitandosi a rispondere a dubbi, aiutando così i contribuenti nell’adempimento degli obblighi fiscali.

Ario Locci

Agosto 2016